create a website for free



"La Casa de los Nardos"

Produzione  2013

La Casa de los Nardos (spettacolo di teatro-danza)


Per Festival “Coreografia d'Arte” IV° edizione

Ideato da Federicapaola Capecchi e Francesco Tadini 


di e con: Soraya Pérez-Edy Quaggio

coreografia: Soraya Pérez

musica originale e testo: Edy Quaggio

collaborazione tecnica: Morena Sordi

contrabbasso: Giovanni Cannata

COSEFFA collaborazione costumi

ispirato al disegno erotico di Pablo Picasso

sponsor: MaMà Design Italia 


Testo di presentazione:


La Casa de los Nardos

“La genesi di una donna, della donna archetipica, dalla divisione della prima cellula alla costruzione di una identità, passando dalla dualità Animus/Anima, maschile/femminile, Terra/Cielo. Lo sguardo della Donna che vive nella casa delle tuberose (La Casa de los Nardos) ha in sé la forza, la dolcezza ma anche l'ambiguità di chi ha percorso un lungo cammino, è uno sguardo che si lascia guardare come fosse uno specchio che riflette domande.”

La figura femminile del disegno di Pablo Picasso ha – secondo la nostra interpretazione – il ruolo centrale dell'intera immagine, ha la veemenza, seppure apparentemente passiva, dell'autore stesso. Paradossalmente ella è Picasso. Mentre le due figure maschili che le stanno davanti hanno un alone di candore che rende all'intero racconto l'innocenza e la grazia che frammiste alla presenza di una nudità esplicita equilibrano la visione rendendola in qualche modo sognante. 

In questa direzione è andata la nostra ricerca, ribaltando i piani dell'evidente. Deframmentando le dualità per poi riunirle in un'unico segno. Dopotutto la parola deframmentazione è stata per noi  chiave di lavoro che facilmente si potrebbe accomunare al cosiddetto incidente cubista - Picasso medesimo affermava di non voler fare cubismo ma di essere stato cubista malgrado sé - . 

La danza, il gesto, si sono mossi sulla visione spaziale dell'immagine, creando una storia tridimensionale, una narrazione attraverso corpo senza il filtro della spiegazione verbale. Un unico testo, prima del movimento, definisce il percorso: 


“ io sono amica del serpente

mi bagno nell'oro liquido

mi consola il canto di uccelli notturni

porto terra in una mano

porto fuoco nell'altra...” Edy Quaggio




"Antes Aun"


coreografia e danza: Soraya Pérez
musica originale, testo e regia: Edy Quaggio
collaborazione tecnica Morena Sordi
violino: Marta Pistocchi
elaborazione video: Cornelia Volk
ispirata al dipinto di Elena Cirella “Abbracci”

Come si è giunti a quell'abbraccio? Tra due entità, tra due opposti, bene e male, maschile e femminile, umano e divino? Abbiamo voluto percorrere i momenti che precedono il compimento della fusione come se questa fosse un ultimo istante. ANTES AUN, in spagnolo significa “prima ancora di”. 
Nel Qui e Ora ogni istante è l'ultimo e anche il primo, e allora perché non vivere quel pieno abbraccio di opposti nella consapevolezza che il cercato è già semplicemente presente nel gesto e nel segno dell'esistere?  
Lo spazio scenico contiene l'essenziale: il corpo danzante che attraversa la quotidianità e la rende sospesa nel tempo eppure permeata di vissuto. Una radio in lontananza trasmette un motivo ballabile, dalla finestra si sente la figlia dei vicini che suona il piano, la strada arde di rumori. 
Lei si muove nell'attimo attraversando frammenti di una vita intera.



"Orama 47"

Orama 47" Produzione 2011 

assolo di teatro-danza
durata: 40 min 
Ideazione, coreografia e danza: Soraya Pérez
progetto luci: Morena Sordi
musica originale, testo e regia: Edy Quaggio


Orama 47 è un indirizzo. Un luogo di partenza. Il viaggio è attraverso l’oceano, ma anche dentro di sé, con la sorpresa, lo smarrimento, il cercare e il trovare che mettersi in marcia comporta. 

Quando il viaggio è una migrazione da un territorio ostile alla vita e alla libertà dell'individuo, un territorio dove il Potere schiaccia e devasta corpo e anima, si fugge dalla paura, incontro ad altre paure, ad altri Poteri, forse meno espliciti ma altresì incombenti. Una persona migrante è un Ulisse che dorme col passaporto sotto i vestiti.

Il silenzio e il frastuono fanno parte del percorso. Nella solitudine e nell’ignoto incede, ascoltando il fluire dell’esistenza, verso qualcosa – magari un attimo di incanto, magari una rinascita.” 
                                                                                                                                                    Edy Quaggio



Il progetto

Storia di migrazioni_Esodo 

Questo progetto nasce dal mio interesse sulla terra d’origine, il quale mi ha  spinto
a indagare sulla  memoria cellulare: Il ricordo
La storia scritta sulla pelle, nelle ossa  e sepolta nella terra....
L’albero concimato di scorie…
Il corpo, la sua drammaturgia implicita  e la danza creano la struttura dei quadri visivi ORAMA 47

                                                                                          Soraya Pèrez



"Sparsi Palpiti"

 Produzione 2009
(Partitura poetica in danza)

Ideazione,coreografia e Danza: Soraya Pérez
Assolo di danza contemporanea
Durata: 15 min
Testi e Regia e testi poetici: Edy Quaggio

Testo di presentazione:

La parola poetica diviene veicolo del movimento. La vibrazione del corpo nella ricerca di una comunicazione integra plasma lo spazio e lo rende intriso di senso. La memoria parlata del testo si attualizza nel gesto, conduce la voce nella tensione di un presente continuo. La danza si fa immagine, poesia visibile, fremito tangibile.

Edy Quaggio

"Caleidoscopio" 

Produzione 2009

Ideazione,coreografia e Danza: Soraya Pérez

Testi, musica, regia e disegno Sonoro: Edy Quaggio

Collaborazione Artistica: Cornelia Volk

Arrangiamento ed esecuzione brano rock: Roberto Clauser

Durata spettacolo: 15 min


Testo di presentazione:


Immagini, suoni e riverberi della coscienza si dipanano su uno schermo bianco nel tentativo di ricomporre il senso, i sensi. L’ombra cerca se stessa nascendo e rinascendo dopo infinite cadute. Il movimento è concreto e denso, ma sospeso come in un sogno impalpabile intessuto di voci, rumori, accordi e ricordi. Il racconto poetico è frammentato dal caleidoscopio della mente che sussulta e freme dentro le stesse parole che genera.

                                          Edy Quaggio 

"Fluttuazioni"

Produzione 2008

Ideazione, coreografia e danza di: Soraya Pérez

Performance e musiche dal vivo:Regula Wagner_Idea Batteria

Musiche di: Edy Quaggio, Regula Wagner e Davide Fussi

Regia e luci di: Edy Quaggio

Testi di presentazione:

Spazio vuoto, zona di sviluppo di fasi di mutamento: un essere in continuo divenire, frammenti di storie, passaggi attraverso porte invisibili in uno spazio-tempo onirico, aperto su mondi paralleli. Il corpo nella sua composizione molecolare esprime il movimento siderale, la dinamica e la forza magnetica che costituiscono il fluttuare dell’universo in costante trasformazione. La storia cosmica è scritta sulla pelle. L’andamento circolare e ripetitivo di una danza estatica ne manifesta l’essenza e la rende tangibile e vibrante.                                                                

                                                                                      Soraya Pérez


   “Koan del cambiamento continuo: “Se non vedete qualcuno per tre giorni, quando lo rivedret non potrete essere sicuri che si tratti della stessa persona…”.


“EL CUARTO"
(La Stanza) -
short version 2009

Di e con: Soraya Pérez

Assolo di Teatrodanza di 30 min

creato nel 2001 come opera prima

per il Festival. Internazionale “Corpi Multipli” di Lugo di Romagna (IT).


La nuova versione del 2009 di 15 min

é stata creata con la regia e luci: Edy Quaggio

per l'inaugurazione del Pim Off di Milano.


Testo di presentazione:

La donna ubriaca d’amore entra nella stanza popolata di tenebre

Non c’è domani. La donna è seduta sulla sedia: madre, sorella, diva-regina, trappola dolce e invitante. Il conflitto dell’anima col corpo aspira alla compiutezza segnando un percorso di cambiamento. Il sigillo è l’amore. L’identità femminile e maschile dialogano tra loro attraverso un conflitto di forze che danno vita a un personaggio/archetipo nelle sue fasi di mutamento e costante mobilità.


                                                                                             Soraya Pérez


SHARE THIS PAGE!

indirizzo:
Via Pietro di Pietramellara 10
50158 Milano
Italia

Contatti:
Email:
edyquaggio@outlook.com
sorayaperez@outlook.it
Phone: + 39 347 7819558
+ 39 329 436 6731